MENU

Bmw X6

3 marzo 2008 • BMW

  

 

immagine.bmp

Anticonvenzionale: è questo l’aggettivo più adatto per descrivere la X6 che si distingue dai SUV per le linee filanti e aggressive. L’intento della casa di Monaco è quello di offrire un’ ampia sfruttabilità degli interni grazie alla loro modularità che ad esempio permette di aumentare notevolmente la capacità di carico passando da 570 litri a 1450 semplicemente abbattendo i sedili posteriori. E’ realizzata sulla base della X5, ne eredita infatti la meccanica e il pianale; lunga 4,88 metri alta 1,70 e con un passo di 2,93 sarà equipaggiata con motori benzina e diesel a sei e otto cilindri, con trazione intregale sospensioni anteriori a doppi quadrilateri e posteriori multilink.In linea con la filosofia della casa bavarese di auto d’ elite è la motorizzazione: per quanto riguarda il benzina si tratta di un V8 da 4.4 litri erogante 407 CV  realizzato in alluminio, sovralimentato Twin Turbo con iniettori piezoelettrici. Caratteristica innovativa di questo propulsore è la configurazione poiché è il primo motore in cui i catalizzatori e il turbocompressore sono inseriti nella V della bancata così da contenere le dimensioni e di ridurre le peridite di pressione sul lato di aspirazione e di scarico. Al V8 si affianca un sei cilindri in linea da 3.0 litri biturbo che eroga una potenza di 306 CV ad iniezione diretta dotato di controlo variabile degli assi a camme. Anche il sei cilindri turbodiesel da 3.0 litri ha due turbocompressori così da sprigionare 286 CV ed è dotato di sistema common rail di terza generazione e turbine con geometria variabile. Tutte le versioni sono caratterizzate da distribuzione a 4 valvole per cilindro e cambio automatizzato al volante a sei marce. Oltre ai classici sistemi riguardanti la regolazione dell’ assetto i controlli della stabilità della frenata in curva e della regolazione di velocità e  quelli innovativi come il dispositivo che aiuta a partire in salita, la casa di Monaco introduce l “xDrive” che ripartisce la coppia motrice tra i due assi attraverso una frizione gestita elettronicamente. Nuovo anche il sistema differenziale intelligente (Dynamic Performance Control) che contrasta l eventuale sovra/sottosterzo in accelerazione e rilascio ridistribuendo la coppia tra le ruote posteriori. Insomma si può dire che la BMW darà il via alla nascita di un nuovo segmento di SUV-Coupe pensata per svariati scopi e fuori dai canoni tradizionali.


Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »