MENU

Ferrari Vs McLaren

12 settembre 2007 • Formula 1

                             hamilton-alonsoape.jpg 

Spy story, il giorno del giudizio si avvicina. Se la prima sentenza aveva portato a una clamorosa assoluzione della McLaren, pur se non in formula piena e con un carico da novanta di perplessità, questa volta il team di Wolking pare davvero destinato alla condanna. Addirittura, stando a quanto riporta in queste ore l’autorevole quotidiano londinese Times, il Consiglio mondiale della Fia sanzionerà pesantemente la McLaren e persino i suoi piloti Fernando Alonso e Lewis Hamilton. “La batosta è inevitabile”, si legge. Il circus potrebbe trovarsi di fronte a un Mondiale rivoluzionato non solo nelle classifiche costruttori, ma anche in quelle dei piloti. E se Luca Cordero di Montezemolo si è già affrettato a far sapere che la vittoria a tavolino sarebbe comunque ‘meritatissima’, Ron Dennis si sente sempre più in bilico.  Le nuove prove a carico del suo team? Sono in un dossier di 166 pagine e consisterebbero in messaggi e telefonate tra l’ingegnere capo della McLaren Mike Coughlan e l’ex capo dei meccanici Ferrari Nigel Stepney, concernenti proprio regolazioni e informazioni tecniche sottratte alla Ferrari. Tutto questo oltre alla famose e-mail che coinvolgerebbero Hamilton, Alonso e De La Rosa, con i i piloti che avrebbero più volte chiesto aggiornamenti a Stepney. Una fonte vicina al Consiglio Fia ha rivelato al quotidiano britannico che i piloti non rischiano comunque lunghe squalifiche, ma una severa penalizzazione nella classifica mondiale. Intanto un cartellino giallo è stato già estratto nei confronti di Ron Dennis: la Federaziona ha fatto sapere di aver ricevuto dagli avvocati del team inglese alcuni elementi che riguarderebbero la Renault (il famoso coinvolgimento di Briatore), ma ha pure comunicato che nella riunione prevista a Parigi si prenderanno in considerazione solo le nuove prove venute alla luce in queste settimane. Tutte contro la McLaren… «Se uno vincesse un Mondiale a tavolino vorrebbe dire che lo ha meritato, perché si parte dal presupposto che chi lo ha vinto, l’avrebbe fatto in maniera non corretta, non leale e non sportiva». La nostra «sarebbe una vittoria ampiamente meritata» ha detto il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, in occasione del Salone dell’Automobile di Francoforte, in merito alla spy story che sta interessando il mondo della Formula Uno. «Il ragionamento appare condivisibile, ma sarebbe altrettanto bello se le Rosse vincessero anche in pista e accusassero meno problemi di affidabilità» commenta su Motorsportblog Rosario Scelsi. «Forse si chiedeva troppo a questo mondiale fin troppo equilibrato. Forse è arrivato il momento in cui le Ferrari lascino strada, onorando sportivamente gli avversari: sempre al traguardo, sempre sul podio, sempre affidabili. Forse, forse, forse. Rimangano 4 gare, ma la più importante si gioca giovedì quando il consiglio mondiale deciderà se punire o meno i fatti illeciti in seguito alla spy-story esplosa durante l’ estate. Sicuramente ci saranno morti e feriti, ma quello che la gente si chiede è molto semplice: la McLaren verrà squalificata da questo e dal prossimo campionato o sarà solo punita a livello dirigenziale o amministrativo?» scrivono su OnlyF1.

 da www.libero.it


Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »