MENU

Ford: Nuova Mondeo

24 agosto 2007 • Ford

ford-mondeo-tuttoauto-tutto-auto-tutto-auto-tutto_auto-tuttoauto-tutto-auto-auto-usate-automobili-auto-nuove-news-auto-km0-km0-vendita-auto-mobili-mobili-automobili-2.jpg

Un vero e proprio salto di classe per la nuova Ford Mondeo, in arrivo sul mercato per l’estate 2007, si propone con un design completamente rinnovato e qualità superiori. Motori benzina e TDCi con Dpf da 123 a 220 Cv. Arriva anche la versione Style Wagon. Pronta al debutto, la Nuova Ford Mondeo segna un notevole cambiamento di design e tecnologia per il Marchio. Incarnando il linguaggio del “kinetic design” di Ford e introducendo nella gamma molte nuove dotazioni tecniche, il modello si esprime grazie a tutti i punti di forza della Casa, con dinamiche di guida ulteriormente affinate e arricchimenti in termini di sicurezza. Il nuovo modello sarà lanciato nell’estate 2007 e contemporaneamente in Europa, sia con carrozzeria Berlina 4 porte sia nella variante Mondeo Style Wagon, ognuna delle quali sintetizza il linguaggio “kinetic design”. La nuova gamma offre un’ampia scelta di allestimenti e motorizzazioni, portando nuovi livelli di raffinatezza e comfort nella sua categoria e nel portafoglio prodotti di Ford Europa. Le nuove tecnologie di produzione comprendono la “saldatura al laser d’alta precisione” per una qualità superiore, con un collegamento diretto, senza giunture, della carrozzeria laterale al pannello del tetto. La nuova Ford Mondeo si avvale dell’iniziativa delle Tecnologie Globali Condivise di Motor Company e condivide molti degli elementi della sua architettura di base con Ford S-MAX, “Auto dell’Anno 2007″, e con la nuova generazione Ford Galaxy. In ogni caso, la nuova Mondeo è un modello a se stante. Le qualità di guida della nuova Mondeo saranno racchiuse nel “Ford Precision Drive”, per rafforzare le credenziali di leadershisp di Ford nella percezione della clientela. Consapevole che Ford vanta una solida tradizione di apprezzate qualità di guida da mantenere, il team di progettazione della Mondeo ha posto grande attenzione ai sistemi di sterzo e sospensione della vettura. Le principali modifiche comprendono: Per la nuova Mondeo, Ford ha nuovamente optato per un affidabile sistema di sospensioni anteriori MacPherson, focalizzandosi sulla precisione e sullo schema d’insieme. Il telaio ausiliario della sospensione è estremamente rigido e largo, e prevede punti d’attacco isolati in gomma per un miglior comfort stradale. Il sistema incorpora anche altre soluzioni per migliorare l’esperienza di guida della Mondeo: telai ausiliari isolati, boccole idrauliche per il braccio di controllo e molle a forma di S, attacchi sdoppiati. Sul posteriore, la nuova Mondeo utilizza una nuova versione dell’affidabile schema Multilink, con un telaio ausiliario di sostegno isolato, che impiega boccole in gomma. Questo concetto è già familiare nel sistema “Control Blade” della Ford S-MAX ed utilizza quattro bracci di connessione per controllare ogni ruota con grande precisione. La nuova Ford Mondeo è stata interamente rivoluzionata e viene prodotta esclusivamente nell’impianto di produzione flessibile della Ford a Genk in Belgio, e sarà disponibile nelle concessionarie nel mese di maggio 2007. Per la nuova Mondeo è disponibile un’ampia scelta di motori benzina e diesel, che prevede al top della gamma il 5 cilindri Duratec benzina da 220 CV, utilizzato sulla Ford S-MAX, derivato dal motore ad altre prestazioni della Ford Focus ST. La gamma verrà ulteriormente ampliata con un nuovo 4 cilindri benzina Duratec HE 2.3 litri da 161 CV e un nuovo cambio automatico Durashift a 6 rapporti, dotato di modalità sport che cambia le marce ai regimi di rotazione più alti del motore. Questa gamma di motori, che offre un mix ottimale di prestazioni e consumi, si caratterizza per i bassi livelli di rumore e un’eccellente qualità di guida. In Italia, sono disponibili le seguenti combinazioni tra motori e cambi: Sette motorizzazioni, con potenze comprese tra i 123 CV e i 220 CV e DPF di serie sulle motorizzazioni 2.0 Duratorq TDCi. Cambio automatico Durashift 6 marce disponibile sulle motorizzazioni Duratorq TDCi 2.0 da 130 CV e Duratec benzina 2.3 da 161 CV, 1.8 litri Duratorq TDCi diesel, 125 CV con cambio manuale a 6 marce, 2.0 litri Duratorq TDCi diesel, 140 CV, con cambio manuale a 6 marce e Filtro per Particolato Diesel rivestito (DPF), 1.6 litri Duratec Ti-VCT benzina, 123 CV, con cambio manuale a 5 marce, 2.0 litri Duratec HE benzina, 145 CV, con cambio manuale Durashift 5 marce. Top di gamma, orientato alle prestazioni, 2.5 litri Duratec 5 cilindri benzina, 220 CV, con cambio manuale 6 marce, e sarà inoltre disponibile un nuovo e avanzato cambio automatico / sequenziale Durashift 6 marce sulla versione da 130 Cv del motore diesel 2.0 Duratorq TDCi e sul nuovo 2.3 Duratec. Le prestazioni ed i consumi non sono ancora disponibili come dato ufficiale, ma ben presto si potranno apprezzare anche questi valori. La nuova Mondeo spinge verso nuovi livelli il linguaggio di forma e la filosofia del “kinetic design” abbracciandone tutti i suoi elementi fondamentali. Questi ultimi, nel loro insieme, creano un profilo liscio e dinamico che rappresenta “l’energia in movimento” e realizza una presenza stilistica che segnala grazia e potenza, differenziando Mondeo da tutte le altre automobili. L’elegante anteriore della vettura, che si impone immediatamente alla vista quando si osserva la nuova Mondeo di fronte, è caratterizzato dalla griglia inferiore a forma di trapezio rovesciato, un elemento del “kinetic design” che viene sempre di più riconosciuto come parte integrante della nuova identità di Ford ed è già evidente in numerosi modelli recenti, come Ford S-MAX e la nuova Ford C-MAX. La linea del cofano piuttosto elevata è un elemento importante nelle proporzioni di entrambi gli stili di carrozzeria, e consente alla Mondeo di rispettare i più recenti canoni di sicurezza per i pedoni. Il cofano prevede inoltre due scanalature profilate sulla superficie, che finiscono per creare una bombatura sportiva che sottolinea le qualità dinamiche della vettura. Sia nella versione berlina, che nella Wagon, il design è caratterizzato da una silhouette robusta, con l’angolo del montante anteriore che si fonde perfettamente con i diversi stili di carrozzeria. La linea di spalla rialzata assicura alla vettura una sensazione atletica e ne migliora la visuale. Un’altra caratteristica del design esterno Ford è l’impiego di archi ruota pronunciati. Questo elemento stilistico vuole indicare le solide dinamiche di guida Ford. Sulla nuova Mondeo, è stata per prima volta impiegata una tecnica di produzione innovativa, conosciuta come “saldatura al laser d’alta precisione”. E’ una lavorazione che consente di collegare in modo esteticamente più piacevole la carrozzeria laterale con i pannelli del tetto. Ne deriva una qualità di finitura più elevata, perché non c’è bisogno di rivestimenti in plastica o in gomma lungo tutta l’estensione del tetto per coprire l’area dove normalmente incontra i pannelli. I fari posteriori sono divisi in due elementi, con filtri modellati a nido d’ape e un pannello “sacrificale” in tinta, che copre tutta la larghezza della parte inferiore del portellone o del cofano del bagagliaio. I test hanno dimostrato l’efficacia di questa soluzione, economica e relativamente semplice da riparare in caso di urto. Per la prima volta sulla versione Titanium della nuova Mondeo vengono montati di serie i vetri azzurrati “premium”, che contribuiscono al moderno look “tecno” di questi modelli. I vetri azzurrati distinguono Titanium dal resto della gamma che utilizza vetri a base verde. Su tutte le Mondeo è disponibile uno speciale parabrezza a infrarossi (IR) che assicura un effetto refrigerante all’interno, rispetto ai vetri non infrarossi. Anche in questo caso specifici test di laboratorio dimostrano che le prestazioni riflettenti del vetro IR sono quattro volte migliori rispetto ai vetri standard. Per ottimizzare abitacolo e visibilità, gli ingegneri Ford hanno sviluppato un nuovo sistema di Progettazione Virtuale Assistita al Computer, CAVE, impiegato per la prima volta su Mondeo. CAVE utilizza una combinazione di computer e proiettori per creare virtualmente lo spazio interno vitale di un’automobile. Utilizzando una speciale attrezzatura, un vero sedile automobilistico viene fissato nella posizione più appropriata per il guidatore, consentendogli di valutare la visibilità complessiva e i livelli di comfort per raggiungere il volante e i comandi principali. Il guidatore apprezzerà una posizione di guida, tipo “Cockpit”. La linea di cintura più alta e l’estesa console centrale si combinano per completare quella sensazione di comfort per i passeggeri dei sedili anteriori. Lo spazio per le gambe e le spalle è stato aumentato rispettivamente di 63 mm e 52 mm. Nell’abitacolo vengono utilizzati materiali soffici al tocco che enfatizzano la qualità e la raffinatezza dell’interno e contribuiscono anche ad assorbire qualsiasi cigolio e tintinnio causato dagli oggetti riposti nelle numerose aree di stivaggio. Sui modelli Ghia e Titanium il rivestimento in tessuto si prolunga oltre il montante anteriore. I progressi nell’illuminazione interna comprendono l’impiego di una “luce ambiente” su tutti i modelli per realizzare un’illuminazione calda, color ambra, sulla consolle centrale. Un’ulteriore luce chiara aggiunge un’illuminazione soffusa nell’area centrale del vano piedi, per garantire una migliore visibilità quando si entra o si esce dalla vettura. Il design delle poltrone prevede un sedile sportivo per il guidatore, regolabile elettricamente in 8 modalità, con impostazioni separate per lo spostamento in avanti e indietro, l’altezza di seduta, l’angolo del cuscino e il bracciolo. Il sistema di comando elettrico nelle 8 modalità è presente nel Ghia pack, optional per tutti gli altri modelli. Il pulsante di memoria consente di registrare e richiamare fino a quattro differenti posizioni di seduta o di ripristinare l’ultima posizione utilizzata tramite la chiave di telecomando a distanza. Il climatizzatore è di serie su tutti i modelli della nuova Mondeo. Per il massimo controllo del clima interno è disponibile il sistema di Doppio Controllo Automatico della Temperatura (DEATC), con controlli separati di temperatura per il guidatore e il passeggero anteriore. Sia sulla versione 4 porte che sulla Station Wagon, i sedili posteriori dispongono del frazionamento 60/40 dello schienale e della seduta. Lo schienale può essere piegato e richiuso in avanti per consentire l’alloggiamento e il trasporto degli oggetti più ingombranti. Nella modalità con i soli sedili anteriori in posizione, il modello wag
on offre una capacità effettiva del bagagliaio di 1.745 litri. Sulla quattro porte, l’area chiusa del bagagliaio ha una generosa capacità di 535 litri. I modelli dotati del kit Comfort Continental per il ripristino di un pneumatico sgonfio, usufruiscono di ulteriori 15 litri di capacità, grazie all’assenza della ruota di scorta. Nell’area di carico sono previsti ganci e punti di fissaggio, mentre nel vano bagaglio della wagon è incorporata una terza presa elettrica da 12 Volt per la ricarica di apparecchi elettrici. Le ampie tasche che si sviluppano sull’intera lunghezza delle portiere anteriori possono comodamente alloggiare una bottiglia da 1,5 litri. Il cassetto portaoggetti è stato allargato di circa il 10% e può comodamente ospitare bibite in lattina. Nel cassetto portaoggetti è inoltre prevista la presa “Aux IN” per collegare apparecchi audio portatili. Il profondo bracciolo centrale e l’area circostante al volante offrono ulteriori vani di stivaggio per piccoli oggetti e sono facilmente raggiungibili dal guidatore. La nuova Mondeo possiede di serie la nuova generazione dello Human Machine Interface (HMI). Sono disponibili tre livelli di HMI, a seconda dei modelli e del tipo di equipaggiamento tecnico richiesto. Il sistema HMI porta a un nuovo livello l’interazione con il veicolo e il controllo dei sistemi. Sul volante ci sono due commutatori satelliti, con i quali regolare il volume e le funzioni di ricerca in modalità audio. La console centrale integra un display multimedia configurabile a colori. Questa unità consente ai passeggeri di gestire la radio, il navigatore, il telefonino, il lettore CD e gli apparecchi audio collegati con la presa ausiliaria. Tutti i modelli della nuova Ford Mondeo sono dotati di uno dei tre livelli di HMI a seconda dell’allestimento e delle dotazioni. Lo schermo del display HMI nel quadro strumenti trasmette informazioni chiare e concise nel campo visivo del guidatore. La strumentazione standard e quella di livello superiore utilizzano un display in negativo, con illuminazione rossa, mentre è inoltre disponibile anche un nuovo display “premium” da 15 cm, Ford Convers+, completamente a colori. Il nuovo sistema Ford Convers+ , che può essere ordinato come optional su Mondeo e Ghia, è di serie sul moderno modello “tecno” Titanium. Dispone di uno schermo a colori da 15 cm, posizionato tra un tachimetro, progettato ad hoc, e il contagiri, e fornisce lo stesso tipo di informazioni dei display nella strumentazione standard e in quella di livello superiore, compresi gli input delle prese ausiliarie e il telefonino. Come optional, il sistema di Controllo Interattivo delle Dinamiche del veicolo (IVDC), può essere montato anche il sistema di Assistenza alla Partenza in Salita (HLA) di Ford. L’HLA, che utilizza l’impianto frenante, viene attivato quando la vettura è ferma, per evitare che possa scivolare all’indietro. HLA interviene quando il guidatore sposta il piede dal pedale del freno su quello dell’acceleratore, impostando un ritardo di mezzo secondo in modo che il sistema mantenga la pressione sul sistema frenante. A seconda del modello o del livello di equipaggiamento ordinato dal cliente, sulla nuova Mondeo sono disponibili tre sistemi stereo radio/CD, comprese due unità Sony di nuova generazione, una delle quali ha un lettore CD a 6 dischi con caricamento automatico. Le due unità Sony hanno compatibilità MP3 e un preset di 40 stazioni radio. Tutti i modelli della nuova Mondeo dispongono comunque di una presa “Aux IN” nel cassetto portaoggetti, per un’agevole connessione con apparecchi audio portatili e MP3. A richiesta, è disponibile anche il navigatore, con una scelta di sistemi basati su CD o DVD. Per la prima volta, i clienti Mondeo possono contare sulla disponibilità di due importanti dotazioni tecniche come le funzioni “keyless” d’ingresso e start. Per chiudere la vettura non è più necessaria la normale chiave meccanica. Infatti, la vettura utilizza tre antenne esterne per rilevare la presenza della chiave elettronica in un’area ristretta intorno alla vettura. L’utente, in possesso della chiave, deve solo agire sulla maniglia per poter aprire la portiera ed entrare all’interno, o azionare il cofano posteriore o il portellone per accedere al bagagliaio. I modelli Titanium e Ghia con “Titanium pack” e “Ghia pack” sono equipaggiati con il sistema di avviamento “keyless start”. Come il guidatore entra in vettura, portando con sé la chiave giusta, tre antenne interne ne rilevano la presenza. Il motore può essere quindi avviato con una semplice pressione sul pulsante di start “Ford Power”; ed il guidatore deve solo spingere il pedale della frizione sui modelli a cambio manuale o il pedale del freno su quelli automatici. Disponendo come base di una struttura ultra rigida, la nuova Mondeo può vantare una serie davvero impressionante di tecnologie di sicurezza attiva e passiva senza compromessi. Ford Mondeo è dotata anche di un airbag di protezione dell’area delle ginocchia del guidatore e una colonna dello sterzo a spostamento orizzontale che, insieme, hanno ulteriormente migliorato l’apprezzato Sistema di Protezione Intelligente (IPS) di Ford. I sistemi di sicurezza attiva puntano ad aiutare il pilota nella guida sicura e ad evitare una collisione, mentre i sistemi di sicurezza passiva proteggono gli occupanti e contribuiscono ad evitare e ridurre i traumi. Di serie, sono previsti i seguenti sistemi di sicurezza attiva per l’assistenza al guidatore: Programma Elettronico di Stabilità (ESP) di serie, ulteriormente migliorato, Sistema antibloccaggio freni ABS con Distribuzione Elettronica della Forza Frenante (EBD) e Assistenza alla frenata di emergenza (EBA), Luci Hazard e “follow-me-home”, Sistemi fari avanzati, estremamente sviluppati, Per la massima tranquillità possono essere richiesti tutta una serie di equipaggiamenti optional per l’assistenza al guidatore (in dipendenza dal modello e dalla motorizzazione) che comprendono il Cruise Control Adattivo (ACC) con Allarme preventivo (FA); il Controllo Interattivo delle Dinamiche del Veicolo (IVDC) con Assistenza Partenza in Salita (HLA) e sistema di sospensioni attive con Controllo Continuo di Smorzamento (CCD); ed il Sistema di Monitoraggio Pressione Pneumatici (TPMS) e pneumatici “Run Flat”.

 

 

da www.newstreet.it

 


Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »