MENU

Mercedes-Benz SLS AMG Roadster

11 maggio 2011 • MARCHE, Mercedes

Dopo la nuova “Ali di gabbiano”, la sua versione scoperta è la seconda vettura progettata indipendentemente da AMG. I modelli Coupé e Roadster sono nati parallelamente a livello progettuale, e ciò ha comportato notevoli vantaggi nello sviluppo. Durante i tre anni di progettazione del modello SLS AMG Roadster, gli ingegneri hanno prestato particolare attenzione agli aspetti legati alla rigidità della carrozzeria grezza, alla dinamica di marcia, alla capote e all’assenza di rumori. vibrazioni e ruvidità (NVH).
Area metropolitana di Stoccarda, primavera 2011: lievemente mascherate, le nuove SLS AMG cominciano a uscire per i primi test. Facilmente identificabili dagli esperti del settore, per tutti gli altri queste biposto con la capote rappresentano unicamente prototipi di un modello qualsiasi: non si vedono né Stelle Mercedes, né targhette di modelli, ma soltanto una pellicola nera su frontale, coda e fiancate. Tuttavia, le proporzioni parlano da sole: cofano allungato, grandi ruote e coda corta lasciano intuire il profilo mozzafiato di un’auto sportiva.
Fino alla première mondiale, prevista per settembre 2011 al Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte, passeranno ancora alcuni mesi. Il tempo necessario per garantire il giusto grado di maturazione alla nuova SLS AMG Roadster. La parte principale del lavoro, per i responsabili AMG, è ormai alle spalle, in quanto dal punto di vista progettuale i modelli Coupé e Roadster sono nati insieme. La base dello sviluppo e del collaudo di una nuova vettura ad alte prestazioni è rappresentata dal prototipo digitale (DPT).
Un’ampia serie di analisi contribuisce al raggiungimento di determinati obiettivi. Sia che si tratti della struttura della scocca, della ripartizione del peso, della posizione di alloggiamento del motore, della posizione del baricentro o dell’architettura degli assali, ma anche naturalmente di dinamica di marcia, aerodinamica, ergonomia, comportamento in caso di collisione e processi di produzione, i programmi di simulazione più moderni consentono la rappresentazione realistica di un veicolo e di tutte le sue caratteristiche. Il prototipo digitale, di conseguenza, è un’automobile virtuale completa.
Per realizzare tutto questo, AMG attinge al ricco know-how dei colleghi Mercedes-Benz: come per il Coupé, infatti, anche per la versione scoperta di SLS AMG è stato intensificato lo sviluppo interconnesso con determinati settori di progettazione Mercedes-Benz del Mercedes Technology Center (MTC) di Sindelfingen.

 

 


Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »