MENU

Nuova Great Wall Hover 5 2010

17 luglio 2010 • Great Wall

Autoblog - TuttoAuto - great wall - hover 5 2010 - 1

Un’auto che vale, così il colosso cinese Great Wall definisce la nuova Hover 5. È la seconda generazione del crossover asiatico, che era autocarro e adesso viene omologato come autovettura. Si tratta del primo veicolo di produzione cinese a ottenere l’omologazione per l’importazione in Europa, rispettando tutte le severe normative sulle emissioni e sul comportamento nei crash test. La Great Wall Hover 5 ha ora una linea un po’ più filante, mantenendo qualche accento sportivo. Il frontale è stato ridisegnato per essere in linea con le ultime normative sulla sicurezza nei confronti dell’urto contro i pedoni. Anche il parabrezza e i montanti anteriori sono stati riprogettati: garantiscono una visibilità più ampia a guidatore e passeggeri. Nuovi i gruppi ottici anteriori, più allungati e avvolgenti, che si integrano ai generosi passaruota e si raccordano al profilo laterale. Ampie le superfici vetrate. La linea del tetto si abbassa poi leggermente verso il portellone.

 Autoblog - TuttoAuto - great wall - hover 5 2010 - 2

Tutta rinnovata la sezione posteriore, dal paraurti ai gruppi ottici, al portellone ad apertura elettrica: consente un migliore accesso al vano posteriore. E c’è anche la telecamera posteriore, così da agevolare le manovre in retromarcia. Nuovo disegno anche per i cerchi in lega da 17 pollici, oggi a sei razze. L’interno è spazioso, con il volante regolabile in altezza e il sedile di guida in posizione comoda ed elevata. La dotazione di serie comprende il comando elettrico dei retrovisori esterni per le regolazioni, il correttore d’assetto fari, un impianto Hi-Fi, antifurto elettronico, chiusura centralizzata e sensori posteriori, utili nel parcheggio e per rilevare ostacoli. Secondo la Casa cinese, la Hover 5 ha una robusta struttura costruttiva in grado di garantire sempre livelli di protezione molto elevati per tutti gli occupanti e alla possibilità di utilizzare rapporti ridotti. La Great Wall Hover 5 è oggi motorizzata con lo stesso propulsore montato sulla gamma Steed, un Mitsubishi Euro 4, a quattro cilindri e 16 valvole a iniezione Multipoint, di 2.378 cc per 126 Cv e ben 200 Nm di coppia. L’alimentazione è Ecodual (benzina/Gpl), sviluppato appositamente per il mercato italiano in collaborazione con BRC: emissioni ufficiali di anidride carbonica a 222 grammi per chilometro. Trasmissione con cambio a cinque marce. Nella versione a quattro ruote motrici offre il selettore elettronico che consente di passare facilmente alla modalità 4WD e ai rapporti ridotti: nelle intenzioni della Casa, dovrebbe affrontare con disinvoltura i percorsi off road più impegnativi. Da luglio 2010 a 19.900 euro per il modello Luxury 2WD, grazie agli ecoincentivi Great Wall, mentre servono 22.900 euro per il SuperLuxury 4WD: i prezzi sono senza dubbio straordinariamente bassi, visto che si viaggia a metà costo rispetto ai crossover in circolazione. Tuttavia, è ancora Euro 4, e si dovrà chiudere un occhio sulla qualità dei materiali e delle rifiniture: magari c’è chi preferisce ripiegare su un usato di marca. Il muso a dire il vero ricorda un po’ quello della Mazda CX-7, mentre il sedere pare ispirarsi alla Toyota Land Cruiser.

Autoblog - TuttoAuto - great wall - hover 5 2010 - interni

 

 

 

da newstreet


Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »