MENU

Nuova Nissan Leaf elettrica 2011

29 settembre 2010 • Auto elettriche, MARCHE, Nissan

Salone di Parigi 2010, occhi puntati sulle vetture a emissioni zero: la Nissan Leaf sarà una delle grandi protagoniste. Verrà presentata in anteprima, poco prima del via alle consegne ai clienti europei previsto per l’inizio 2011. La Nissan Leaf è un’auto totalmente elettrica (EV) concepita per azzerare le emissioni inquinanti e ridurre i costi di esercizio. È il primo veicolo elettrico, disponibile a prezzi accessibili, progettato ad hoc e prodotto su vasta scala da una principale Casa automobilistica, precursore di un’intera gamma di EV che l’azienda intende realizzare. Questa due volumi con cinque comodi posti sarà lanciata alla fine del 2010 in Giappone, Stati Uniti ed Europa inaugura un’era di mobilità a emissioni zero e testimonia la visione radicale e innovativa di Nissan per il futuro e il culmine di decenni di investimenti e ricerca. Ma perché il nome Leaf? È significativo di ciò che la macchina rappresenta: proprio come le foglie in natura purificano l’aria, la Nissan Leaf purifica la mobilità eliminando le emissioni dall’esperienza di guida. A differenza dei veicoli con motore a combustione interna (ICE), l’apparato propulsore della Leaf non ha tubo di scarico e di conseguenza nemmeno emissioni di CO2 o di altri gas effetto serra. In più, la frenata rigenerativa combinata all’innovativa batteria agli ioni di litio consente alla vettura, con una carica completa, un’autonomia superiore a 160 km. Una ricerca approfondita nel mercato dei consumatori ha dimostrato che questo grado di autonomia soddisfa le necessità giornaliere di oltre il 70% dei consumatori a livello mondiale. L’approccio di Nissan rende la ricarica facile e comoda: con un caricatore rapido si può caricare la Leaf all’80% in meno di 30 minuti; mentre per ricaricare da casa con una presa a 200 V si stima che occorrano circa otto ore, un tempo sufficiente a consentire sia al consumatore sia alla macchina una rinfrescata notturna. “La Leaf rappresenta un risultato fantastico, di cui i dipendenti Nissan possono andare orgogliosi”, ha affermato Carlos Ghosn, presidente della Casa giapponese. “Abbiamo lavorato instancabilmente per trasformare in realtà il giorno in cui avremmo svelato un’auto davvero utilizzabile nel mondo reale con emissioni non solo ridotte, ma pari a zero. Si tratta del primo passo di un viaggio davvero eccitante per gli abitanti di tutto il pianeta, per Nissan e per l’industria automobilistica”.

La potenza viene trasferita alle ruote anteriori da un motore elettrico compatto, sviluppato dalla stessa Nissan, montato nel frontale dell’auto. Il motore a corrente alternata sviluppa 80 kW di potenza e 280 Nm di coppia e consente di raggiungere una velocità massima di oltre 140 km/h. Una carica completa assicura un’autonomia di circa 160 km, tanto da soddisfare le esigenze quotidiane dell’80% dei clienti europei. Il motore elettrico è alimentato da una batteria laminata agli ioni di litio sviluppata da Nissan, per un’erogazione di potenza che supera i 90 kW. Composta da 48 moduli, la batteria è montata sotto i sedili e il pianale dell’auto. L’energia recuperata in fase di frenata e quando si procede senza premere l’acceleratore viene direttamente convogliata nella batteria per ricaricarla, riducendo al minimo gli sprechi. “Volevamo che la nostra vettura fosse la prima automobile di media cilindrata, elettrica e pratica al contempo, dal prezzo accessibile e che potesse essere usata quotidianamente. Ed è quello che abbiamo creato. Lo stile identificherà non solo la Leaf ma anche chi la possiede come un protagonista nella nuova era della mobilità a emissioni zero, ” ha dichiarato Masato Inoue, Product Chief Designer. Lo stile della parte frontale è caratterizzato da una linea a V con lunghi fari con diodi a emissione luminosa (Led) inclinati verso l’alto e una linea che riflette internamente il blu. Questi fari sono stati progettati per dividere e ridirigere abilmente il flusso dell’aria dagli specchietti laterali riducendo così rumore e resistenza e, inoltre, consumano solo quasi il 50% dell’elettricità delle lampade tradizionali. La Nissan Leaf è il primo di una linea di veicoli elettrici ed è una pietra miliare fondamentale nella realizzazione della visione dell’Alleanza Renault-Nissan per una mobilità a emissioni zero. Il primo veicolo elettrico Nissan sarà prodotto in Giappone, a Oppama, e si prevede di poter espandere la produzione negli Stati Uniti, a Smyrna nel Tennessee. Nel frattempo a Zama, in Giappone, si producono batterie agli ioni di litio, con la previsione di incrementare la produzione negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Portogallo, ed è anche allo studio la possibilità di poter investire in altri stabilimenti nel mondo. Fra l’altro, l’interesse dei consumatori per la Leaf è in continua ascesa: la Nissan North America Inc. ha ricevuto 20.000 prenotazioni per la nuova auto 100% elettrica. Nissan aveva già preannunciato il raggiungimento di questo importante traguardo al momento della prima consegna di Leaf negli Stati Uniti, a dicembre, e l’obiettivo si è concretizzato con ben tre mesi di anticipo sul programma, a soli pochi giorni dall’inizio del Drive Electric Tour. L’iniziativa, che toccherà 23 città, è stata organizzata dalla Casa giapponese per dare ai futuri proprietari delle Leaf e a tutti gli utenti interessati la possibilità di guidare e toccare con mano la nuova auto elettrica. E grazie al Drive Electric Tour, dal 1° ottobre 2010 clienti e automobilisti avranno per la prima volta l’occasione di prendere parte a un test-drive pubblico della Leaf in alcuni mercati selezionati, ottenendo al contempo importanti informazioni sull’auto, le tecnologie applicate e le principali dotazioni. Ma quanto costerà? Bocche cucite. Grosso modo, 30.000 euro senza incentivi statali. Proprio i bonus eventuali potrebbero essere decisivi per il successo della vettura.

da newsstreet


Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »